PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Aspettando la sedia elettrica

Seduto aspettava
la scossa che regala il dolore,
nella stanza
attendeva l' ignoto.
Davanti alla morte
si fingeva tranquillo,
con lo sguardo voleva
ingannare gli occhi
di chi lo vedeva spirare.
Al pubblico non regalava il suo pianto,
a chi lo amava dava coraggio,
al boia privava il piacere
di quella forza che è il far temere.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • giancarlo milone il 30/08/2009 13:00
    del miglio verde ho letto solo il libro e mi piace molto, grazie a tutti
  • loretta margherita citarei il 28/08/2009 15:43
    sono anni che con amnesty combatto la pena di morte, memorabile il film il miglio verde, bellissima
  • M. Vittoria De Nuccio il 28/08/2009 15:15
    Intensa... molto bella.
  • Inchiappa Vito I Song il 28/08/2009 15:03
    Bella...
  • Anonimo il 28/08/2009 14:48
    bella intensa... altre parole sono sprecate
  • Vincenzo Capitanucci il 28/08/2009 14:44
    non voleva regalare il pianto... a un pubblico.. non pagante...
    L'orrore della pena di morte... e della sedia elettrica... il miglio verde... se ben ricordo..
    Bravissimo Giancarlo..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0