PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L´ Aquila terzo atto

Dopo aver sorvolato,
la cittá devastata,
e di soli
lembi di mura
rimasta,
la nostra Aquila
spera,
che l´omo,
a Deo figura,
indifferente nun sia,
e ricostruir fia,
ció che piú nun est.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 14/04/2010 22:21
    Fiat Deus amet Se de te. Pensa Silvius berlus... Sai qual'è il simbolo de L'Aquila? Eccolo: un'aquila nera che poggia le zampe artigliate sulle cime del Gran Sasso, sotto le quali campeggia la scritta seguente: IMMOTA MANET... vale a dire: rimane mmobile, ma, invece ha tremato...
    Silvius avevadettato questa frase ai suoi scribi... narrano!
  • M. Vittoria De Nuccio il 28/08/2009 17:32
    ... ciò che più nun est... bella.
  • Anonimo il 28/08/2009 17:21
    speriamo tu abbia il dono di profezia.. bella come sempre
  • Inchiappa Vito I Song il 28/08/2009 16:24
    Bella. E che la mano dell'omo fia ciò che per la volontà divina sia.
    Vito
  • loretta margherita citarei il 28/08/2009 16:20
    giusto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0