username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Finalmente

Chiusa in una magica bolla,
solo io,
io e i miei sogni,
perché in fondo l’ho sempre saputo,
che questo non è il mio mondo.
La paura è tanta,
le scosse forti,
terremoti violenti
che creano brividi infiniti,
come un’invisibile freccia
che ti trafigge il cuore.
Non la vedi,
nessuno la vede,
ma è passata,
ed ha lasciato la sua indelebile impronta.
Ma uscirò,
mi libererò di tutto questo dolore
e inizierò a vivere.
Finalmente.

 

3
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • ELISA DURANTE il 20/06/2011 12:24
    Anche se la bolla era magica, dentro di essa era un "non vivere". Uscirne è coraggioso. Auguri!
  • Sergio Fravolini il 26/04/2010 16:24
    Il dolore... un'impronta simile ad una cicatrice.

    Sergio
  • Danilo Carli Stranich il 17/04/2010 15:29
    un inno alla vita, spontaneo, ma certo stilisticamente non perfetto; tuttavia, poichè espressione del tuo io interiore, apprezzabile.
  • antonio castaldo il 02/09/2009 17:12
    molto bella!... e tu molto brava. kiss
    .
  • Raju Kp il 29/08/2009 23:55
    se queste tempeste fanno di me ancora più forte e saldo nel mio cuore il valore della mia libertà , allora
    che ci siano centro di queste tempeste .- bella poesia ciao Raju
  • loretta margherita citarei il 29/08/2009 16:49
    belle sensazioni ben espresse apprezzata
  • Vincenzo Capitanucci il 29/08/2009 08:01
    Fine della mente... finalmente... vivere la vera realtà del Sogno...

    Una indelebile impronta... brava Anna...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0