accedi   |   crea nuovo account

Il cielo al balcone

Sulla ringhiera del balcone
guardo il mio futuro
sempre più avanti
tolgo le preoccupazioni
mentre questa mezza luna
mi squaglia come sole
a mezza giornata

gocce limpide scendono
sul collo, incontrastate
e un gatto mi accarezza la gamba
la sigaretta è quasi finita
il suo fuoco brilla
per l'ultima volta
e non si sentono cicale

non grida più nessuno
il caldo ha ucciso il volume
qualche pipistrello svolazza
qua e la, libero
così tanto libero che
ne ho invidia
dimenticandomi dell' incantesimo
della notte e della natura

Macchine corrono impazzite
nella strada vuota
mentre mi aspetta un libro
di 700 pagine
per far soffrire la memoria
e far crescere la mente

Tutte le finestre che vedo sono chiuse
chi lavora sta dormendo da ore
ed io attendo una possibilità
in bilico in questa foresta
attendo il momento propizio

come un cacciatore di sentimenti
per poter credere ancora
amare ancora una volta.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 29/08/2009 16:43
    bella. 5 stelle bravo
  • Anonimo il 29/08/2009 08:31
    Anch'io la trattengo... è bella, mi piace perchè è colorata di aspettativa... non è grigia di delusioni... credi sempre all'amore... qualche volta ci si fa male, ma vale sempre la pena di riaprire il cuore, altrimenti pomperebbe solo sangue!!! Un bacio e buona giornata!! Dani
  • Vincenzo Capitanucci il 29/08/2009 08:20
    il solito ignoto... ha colpito dandoti una stella.. Aleks... io la pongo fra i preferiti... ad ognuno la sua cecità... mi sembra giusto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0