username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nun è mai troppo tardi

'N amico che stava a Via Frattina
me l'ha fatto "conosce" a sedicianni!
Da prima lo schifavo (che cretina)
ma poi... l'ho benedetto... er Sor Giovanni!

Strignelo 'n mano quanno è bello callo
te fa sveja' li senzi... la matina.
Mentre la sera devi abbituallo
a piallo "lungo" come mi cuggina!

Più è "nero" e più te stuzzica er palato...
te lo conzijo, pijalo pure te.
Abbasta fanne 'n uso moderato...
e te rimette ar monno...'n ber CAFFE'!

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 09/09/2009 13:31
    Splendida!
    Sabrina:
    ricorda che a Napoli, per il caffà, vale la regola delle TRE C: Comme Cazz Coce.
    A tutte le ore!
    Ciao e ancora bravissima
    Giuseppe
  • Inchiappa Vito I Song il 04/09/2009 07:35
    Bella poesia in romanesco, molto ironica, così tanto da rendere er caffè bono a tutte l'ore.
    Vito
  • sabrina balbinetti il 02/09/2009 21:57
    grazie di cuore
  • Ivan Bui il 02/09/2009 21:14
    ... adoro i versi in dialetto, questi sono bellissimi... bravissima. ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 01/09/2009 04:59
    non è mai troppo tardi.. per lasciarti un commento... Sabrina...

    Piaciuta molto.. la tua solita verve ironica.. in un ber caffe'... nero.. risvegliante..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0