PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Irriconoscibile

Sfinito,
alfin approdar
ne la laguna mea,
como lo Odisseo
in quel de Itaca,
me trovai
fra li mia,
che le mie sembianze
a mala pen conobber,
a lo punto,
che pe ´ altri
lidi dirottar
e ritorno piú non fia.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 07/09/2009 19:59
    La memoria a volte fa cilecca sulle sembianze, anche se dei nostri cari; è colpa della lontananza che la logora, ma certo non gli affetti.
  • Inchiappa Vito I Song il 06/09/2009 13:54
    Non ti riconobber nell'aspetto, dopo tanto peregrinar, ma svelato lo animo tuo ben ti accolsero.
    Certo che siamo amici.
    Vito
  • Anonimo il 30/08/2009 23:24
    bellissima.. come al fine di una giornata di lavoro irriconoscibile.. ahaha..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0