accedi   |   crea nuovo account

Le mie stagioni

Di gioventù profumava
primavera,
piena, spensierata, leggera,
c’eri anche tu.
D’intrepido coraggio odorava
l’estate,
frivola, illusa, spensierata,
padroni del mondo,
e tu frenavi.
L’autunno
premeva sui giorni
e s’avvertiva
sempre di più la sera
e mi tenevi per mano,
alunno.
Freddo,
ora presenta il consuntivo
l’inverno
ove l’attivo è vita,
il tempo il mio passivo,
riflettiamo insieme.
Le stagioni uscite
non pareggiano l'entrate,
il conto non torna
e lo dovrò pagare;
io sono pronto
non t’interessare,
tu resta.
(Agosto 2006)

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Maurizio Cortese il 10/10/2009 23:01
    La grande meditazione della poesia antica trova accenti moderni e personalissimi: vivi complimenti.
  • Giuseppe Bellanca il 11/09/2009 11:46
    Tu resta. Bellissima poesia, bravo.
  • Giuseppe Tiloca il 09/09/2009 09:41
    Bellissima poesia, Ugo, dove protagoniste sono le stagioni. Mi piace la tua descrizione di passaggio in passaggio delle varie stagioni. Adesso, sta arrivando l' autunno, quindi è tempo anche di asparagi tra poco! Il freddo si fa sentire...
    è bellissima Ugo, Giuseppe
  • Anonimo il 09/09/2009 09:08
    molto bella
  • Don Pompeo Mongiello il 07/09/2009 17:59
    Tenerissima e profumata di quella fresca ingenuitá nonostante gli anni che avanzano e tregua a noi nun danno. Bravissimo!
  • lucia cecconello il 07/09/2009 16:43
    È bellissima... le stagioni della vita... gioie e dolori... bravo, Ugo
  • Anna G. Mormina il 05/09/2009 11:37
    ... profumi di stagioni che passano e ci lasciano gioie, amarezze...
    È splendida Ugo
  • Inchiappa Vito I Song il 03/09/2009 09:07
    Le stagioni della vita hanno un corso diverso da quelle climatiche, pure i bilanci differiscono. Il rosso prevale.
    Belle immagini.
    Vito
  • antonio castaldo il 02/09/2009 17:31
    concordo... bellissima.
  • Anonimo il 02/09/2009 15:26
    Dolcemente malinconica. Tutte le stagioni passate rimangono dentro do noi e, se ascoltiamo bene, le sentiamo vivere con le loro carezze.
  • M. Vittoria De Nuccio il 31/08/2009 09:22
    Un meraviglioso resoconto... io sono pronto non t'interessare, tu resta...
  • Vincenzo Capitanucci il 31/08/2009 02:12
    Interessi profumati... per saldare sulla bilancia del tempo... il conto...

    Bellissima Ugo... Tu resta..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0