PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ad un'amicizia perduta

Rido di te
e ti compiango,
tu che sei lì, chiusa
in cima alla tua
alta torre di cristallo.
Altera, sprezzante,
presuntuosa,
tronfia e piena di
un orgoglio che ti
inaridisce. Certa
che la bellezza appartenga
ai tuoi pensieri.
A te, assieme a questi
versi (per te sterco e vanità,
nient'altro), va la mia
compassione.
A te che, ogni giorno,
della saggezza altrui fai
sfoggio, per sembrare saggia,
vai il mio diniego.
A te che vaniloqui offri
a quelli che incanti
con parole già sentite
da maestri non abilitati,
va il mio odio, stasera.
A te che, indebitamente
sdegnosa, bruceresti
questa carta,
va la mia avversione.
E rido dite e
ti compiango,
tu che dietro un
ghigno sarcastico celi
fragilità e ignoranza.
A te che vendi il
pensiero, non avendo
mai pensato, va
il mio rammarico.
A te che molto di vero,
bello e giusto potresti dirlo,
va la mia rassegnazione.
A te che mi disgugsti, alle volte,
come un viscido rifiuto, e
mi attiri altre volte come un nuova,
fresca attrazione,
va il mio affetto.
E mentre rido di te,
penso al tempo trascorso,
piango per te, di nostalgia,
Amica mia.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Daryl il 04/04/2012 22:27
    Wowow! Un mio racconto e simile a questo! Si chiama la fotografia me lo pubblicano in questi gg... Comunque davvero eccezionale! Bellissima poesia
  • laila il 26/02/2012 12:17
    Odio e amore sono compagni.
  • Anonimo il 22/10/2010 03:24
    ... NON SAI QUANTO HO RIVISTO ME STESSO IN TE, LEGGENDO.. BELLISSIMA!!!
  • Anonimo il 03/09/2010 08:57
    Non c'è niente di più vero di quello che hai scritto in questa apprezzatissima poesia. Tra donne poi mi sembra che l'amicizia sia ancora più difficile per via di una poca solidarietà. Quando ci si mette di mezzo la vanità e la superbia... addio signori!!!!
    Molto bella, complimenti
  • Anonimo il 27/08/2010 10:02
    Quanta compassione, risentimento e nostalgia sprizza questa poesia. Perdere un'amica o un amico per via di esse porta molta tristezza. Bellissima!!!
  • Anonimo il 08/06/2010 10:14
    è lunga perchè è trasportata da un sentimento forte che raggiunge anche il lettore, meravigliosa, davvero. Ho scritto molto sull'amicizia per conto mio e straccerei tutto per sostituirlo con questa tua poesia che dice tutto. Grazie!
  • Agostino Griffante il 22/04/2010 15:51
    boia, lunga eh. non mi piacciono le poesie lunghe, scusa :'(
  • Agostino Griffante il 22/04/2010 15:50
    boia. lunga eh. non mi piacciono le poesie lunghe. scs. :''(
  • Agostino Griffante il 06/04/2010 16:00
    bellissima, un po' lunga... ma veramente bella.
  • Barbara Scarinci il 03/03/2010 00:08
    Bellissima... essere delusi da un'amica non è mai una cosa bella soprattutto se le hai voluto bene... e in questi versi si sente che è così, si riesce a disprezzare tanto una persona dopo un torto solo se la si è amata altettanto.
  • Anonimo il 13/02/2010 22:44
    tristissima bellissima
    piaciuta
  • Anonimo il 17/12/2009 22:59
    È sempre triste il bisogno di certe persone di far trionfare l'apparire sull'essere
  • Donato Delfin8 il 17/12/2009 11:15
    Piaciuta
  • Roberta R. il 11/11/2009 14:44
    bellissima.. la farei proprio leggere a una persona ^___^ brava!!!!
  • nemo numan il 14/09/2009 17:49
    molto bella
  • loretta margherita citarei il 31/08/2009 15:41
    bella rabbia sfogata e poi il perdono
  • Anonimo il 31/08/2009 14:39
    molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0