accedi   |   crea nuovo account

N'accucchià sèmpe

‘O muntòne è crésciuto
mò statte ‘accuòrte sùl ‘a salute

chéll’è
‘na còsa preziosa
difficilmènte t’à può accattà

Se ven’ammancà
so cazzi amari
pe’ te e pe’ chi resta

Ausuliame
damm’ auriénze

Nzerrà l’uócchio
riciatà profondo
e guarda nninte ‘o scùro
chéllo ca te rùmmane

‘O siente 'o calore
ca te saglì pe’ còscie
e te scènne rind’e braccia

È ‘a salùte
‘a salute ca torne

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0