accedi   |   crea nuovo account

La Fortezza 2 -fiducia e bene-

Gli araldi intermittenti
l’avevano annunciato
ma erano scaltri
e lo dicevano a bassa voce
così sperare nella pace fu breve
come la corsa della guardia dall’alto
al basso del mio ponte
levatoio

Erano già entrati
su cavalli neri
in marcia per due
armati e sicuri
e la città-dubbio fu presa
senza la lotta d’una contraddizione
o nemmeno un tentativo
di difesa

Fu conseguenza logica
e triste
alzare il bianco della non scelta
al nero denso di quello sguardo assente
e al buio del buio del succedere

Fu un amaro sorridere
alla dolcezza del ghiaccio
quando calò in veli d’incomprensione
e graffiò l’ultima porta
del petto

Fu strana sensazione
consegnare un involucro irrilevante
come pegno di vicinanza
di condivisione
di sangue...

.. E penso ancora al mio concedere
senza seguire mai quell’odore
cosmico
che il mio istinto emana
incorruttibile
solo per la possibilità di doni semplici
chiamati coi nomi
di fiducia e bene

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Dolce Sorriso il 04/09/2009 16:05
    brividi... caldo freddo,
    cosa dire so solo ti voglio bene
    sei bravissima a regalare emozioni.
  • augusto villa il 03/09/2009 15:13
    Magnifica!... sia la poesia... che l'autrice!!!
    Ciao Fatina!
  • Giuseppe Tiloca il 03/09/2009 09:27
    Ciao Laura, Grazie del tuo commento! sai, il primo sorriso della mattina è dedicato a te Riguardo questa tua poesia, mi sembra di riviverla, tanto tempo fa... È molto bella! A presto!
  • laura cuppone il 03/09/2009 00:39
    loretta
    ti ringrazio ed è sempre poco
    per il tuo dolce affetto e la tua costante
    presenza.

    Laura
  • laura cuppone il 03/09/2009 00:38
    grazie marcello
    mi fa piacere donare carezze
    sento anche quelle che arrivano
    al mio foglio
    quando qualcuno
    mi legge... davvero.

    Laura
  • loretta margherita citarei il 03/09/2009 00:32
    meravigliosa, sei forte!
  • Anonimo il 03/09/2009 00:18
    originale un vento di malinconia che accarezza il cuore di chi legge
  • laura cuppone il 03/09/2009 00:15
    categorico e ragionevole
    il tuo graffio
    dolce sorella... il bene rimane
    ... chi lo ha donato non può riprenderselo
    resta a chi ama
    e muore e risorge
    di desiderio...

    ci sono cose che o prendiamo al volo
    o...
    ci sono cose che non tornano
    ma che nemmeno vanno mai via...

    questa é rivolta a chi si fida
    e dedicata a chi
    non comprende.

    un bacio meravigliosa creatura.

    Laura
  • laura cuppone il 03/09/2009 00:10
    ti ringrazio Giusi
    dell'augurio e della tua visita.
    non si riapre una fortezza
    ma si trasforma
    il suo
    contenuto... forse.
    non si rinnega mai
    ma si avanza sempre
    con lo sguardo avanti
    e l'ombra
    dietro...
    Laura
  • Anonimo il 02/09/2009 23:23
    Non c'è fortezza che sappia resistere agli attacchi continui...
    alla fine, la fiducia si disperde
    il bene resta, ma con in mano la delusione che taglia...
    Ciao sorella
    Angelica
  • giusi boccuni il 02/09/2009 22:18
    forte metafora, rende il senso di amarezza, si può riaprire una fortezza violata? un augurio, di fiducia e bene

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0