PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L’assoluto presente

Quando vivi il tempo in germogli d’istantanee emozioni
puoi fare soltanto passi saltellanti da una stella all’altra
gigli d’attimo
padri dell’attimo stesso e figlio

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • M. Vittoria De Nuccio il 04/09/2009 14:31
    ... puoi fare soltanto passi saltellanti da una stella all’altra... bravissimo Vincenzo...
  • Ezio Grieco il 04/09/2009 12:27
    ... wow!!!!!!
    clezio
  • Anna G. Mormina il 04/09/2009 10:19
    "... padri dell’attimo stesso e figlio.", ... un'unica cosa...
    ... bellissimissima!
  • Nico Iuliano il 04/09/2009 10:01
    E se questi saltelli fossero l'essenza della nostra vita?
  • Anonimo il 04/09/2009 09:45
    istantanee perfette, nitide, perfettamente a fuoco.
    bellissima, come sempre
  • sara zucchetti il 04/09/2009 09:42
    complimenti Vincenzo questo poesia dice in poche parole speciali un concetto molto importante! È davvero originale.
  • angela ambrosini il 04/09/2009 09:00
    che dire vincenzo, bellissima
  • Inchiappa Vito I Song il 04/09/2009 08:43
    Soltanto vivendo il presente cogliendo delle germoglianti emozioni che si può essere padri del proprio futuro e fare fiorire figli nuovi, non cloni
    Bella Vincenzo.
    Vito
  • Vincenzo Scognamiglio il 04/09/2009 08:18
    Ritmica davvero avvincente, prima il tempo si allunga nella frase regalando istantanee emozioni, poi si abbandona nell'inseguimento degli attimi. Bella.
  • Anonimo il 04/09/2009 06:53
    Buongiorno Vincenzo, quando vivi... ogni nanosecondo è una meraviglia... stellare!!!
  • Anonimo il 04/09/2009 01:27
    originalità piaciuta
  • giusi boccuni il 04/09/2009 01:04
    p. s. i germogli sono buonissimi... e molto nutrienti!
  • giusi boccuni il 04/09/2009 00:59
    che strana alchimia... tu scrivi di padri ed io di madri (se la pubblicano)...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0