accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

La notte,
strega benigna,
mescola nel calderone
arcani,
liberando scie
di sogni.
Affascinato,
ammaliato dai suoi
filtri magici,
scrive, il poeta,
ricami di versi
su intonsi fogli.
Opali di luna,
illuminano
il suo cuore.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • giusi boccuni il 04/09/2009 22:38
    molto bella questa visione dell'illuminazione poetica, sa di magia
  • Anonimo il 04/09/2009 18:55
    PS " LA H EXTRA ERA PER SOTTOLINEARE LA PESCA!..." HEHE
  • M. Vittoria De Nuccio il 04/09/2009 18:45
    Bellissima come sempre... un abbraccio.
  • Anonimo il 04/09/2009 18:42
    Cuorei è un errore ho sono ignorante come una pesca?... comunque 5 stelle ME RA VI GLI OSA

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0