PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Raccolgo ampolle di follia

Pulsa Pulsa Pulsa
Fluisce tacita e vertiginosa
La mia zattera furibonda!
Desta Desta Desta
S' innalza trepida e convulsa
La mia zattera piena di festa
Frusta Frusta Frusta
S' inarca inchina la limpida volta
a quest' impavido volo convulso

Su Su Su! su per la bajta dei Sogni!

Alor Alor se n'è pa finì Lancio d' Inesausti Pensieri!

Bumerang impertinenti
Ricaduti in testa
Poveri i sonnambuli carpentieri
Da quassù vi vedo e saluto...
Son tempeste infinite di stelle?
Apostrofi d'innocenti melodie?
No... io li riconosco oh sì!
Son richieste inutili a disdipena
Battiti di malati sporchi sudori...
Brevi dolcetti come zuccheri ai cavalli
Son le strenne di papà natali in ferie

L'ala m'è caduta
Non son più angelo io?
Distante divento perverso.

 

3
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 05/09/2009 13:04
    originalità che ti induce a gustarla tutta d'un fiato
  • Vincenzo Capitanucci il 05/09/2009 04:39
    Splendide Ampolle... Simone...

    Frusta frusta frustami dolce-mente... portami verso quel d-istante angelo... mio..
  • Fiscanto. il 04/09/2009 23:05
    Un volo folle e divertente. Bello!
  • sabrina balbinetti il 04/09/2009 22:29
    non so se ho afferrato il concetto (scusami)... parla forse delle morti sul lavoro? io l'ho interpretata così... comunque bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0