PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il timido spettatore

Il mio verso è incompiuto
perché non ho mai vissuto
ne mai ho aperto il mio cuore
a istanti di sofferto dolore
ne mai sentito l'amore
se non per una o due ore
e se anche è stato
mi son rigirato assorto
nella contemplazione
di un sentimento ormai morto.

Vivere per poter scrivere
sopravvivere è un lento morire
annaspo nel rimpianto
e se penso...
sento di non poter essere
che nel riflesso di Altro.

Continuo
a nascondere pezzi di me.
Non son io non credetemi.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 08/09/2009 09:58
    Bellissima introspezione. M
  • Fabrizio Martello il 08/09/2009 09:25
    Sofferenza dell'uomo di oggi, con la splendente e riuscita "riflesso di Altro"
  • Inchiappa Vito I Song il 05/09/2009 16:00
    Completare la propria vita, per scrivere dei versi interi, è ardua impresa.
  • giusi boccuni il 05/09/2009 14:50
    accorata... la poesia... che lo sia la vita
  • loretta margherita citarei il 05/09/2009 14:40
    apprezzati i giochi del contrasto
  • Vincenzo Capitanucci il 05/09/2009 13:25
    ho dimenticato... total-mente... all'Altro..
  • Vincenzo Capitanucci il 05/09/2009 13:24
    Siamo versi incompiuti.. non siamo ancora riusciti ad aprire il nostro cuore... all'Altro..

    Bellissima.. Simone...
  • Anonimo il 05/09/2009 13:06
    5 stelle per tema e costruzione dei versi
  • Giovanni Ibello il 05/09/2009 12:23
    buona la tematica. la struttura simil filastrocca non mi convince. tuttavia nel complesso buona. ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0