PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Uno

Il vuoto ricama fragore
in trame adamantine,
la luce avvizzisce abbagliando pupille
gravide di amniotiche fiducie.
Si alterano i sensi che santificano
lo sconcerto:

tutto appare smorto quando in te
vengo a rifulgermi.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0