PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Venetia

In codesti dí,
de lo meo silenzio,
trovommi
como pe´ incanto
tra le grinfie
de lo leone alato.
Presomi pe´ mano
ne li meandri scuri
condusse e sedusse
lo soma meo.
Venetia,
non piú scordar
lo volto tuo,
eterno e divino,
puote
l´alma mea,
indocile eppur pia.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Marta Niero il 08/09/2009 12:16
    condivido la tua lode a questa meraviglia umana di nome VENEZIA, luogo di vita e di pace, connubio di silenziose nebbie e stridio d'uccelli, magica a ogni passo.
    salutoni
    M
  • bruno guidotti il 07/09/2009 07:26
    Grazie per avere commentato una mia poesia, mi piacerebbe avere altri tuoi giudizi, e poi molti complimenti per la tua bella poesia " Venetia ", nella quale ti esprimi in una maniera quasi medioevale, seguirò i tuoi lavori e bravo di nuovo, ciao Bruno.
  • celeste il 06/09/2009 21:13
    Il compitino è molto scadente. Con la stessa idea Dante scrisse la Commedia.
  • Fabio Mancini il 06/09/2009 15:22
    Leggendo le tue poesie, ho la sensazione di stare in un'altra epoca. Ma forse sono io che m'illudo di stare nel 2009, mentre invece sotto molti aspetti stiamo nel Medioevo. Poesia che è un omaggio ad una bellissima città. Fabio.
  • Inchiappa Vito I Song il 06/09/2009 13:58
    Il Leone di piazza San Marco, un emblema della fantastica Venezia, una citta indimenticabile, non solo per la sua posizione geografica, ma per la sua poesia.
    Vito
  • loretta margherita citarei il 06/09/2009 11:00
    ma che bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0