accedi   |   crea nuovo account

È per te babbo

Oggi una tristezza interiore
mi pervade...
Ho appena ricevuto la notizia
che babbo è stato male, e
un'angoscia mi assale
nell'animo, non vuole andar via...
Mi sento sola, sperduta, senza
nessun conforto...
È come essere avvolta
nelle tenebre, con molte
ombre e poca luce...
Vorrei avere la forza di
spostare il mondo, invece
sono inerme, passo dalla
speranza, alla disperazione...
Alla necessità di vivere,
invece mi sento confusa,
oppressa, e un nodo alla gola
un senso di soffocamento...
L'inquietudine mi spinge a fantasticare...
Capisco che questa è la vita,
ne sono coscente, mi
autoconvinco che siamo di passaggio,
ma non si è mai pronti,
quando si riceve una telefonata,
che una persona cara
si aggrava sempre di più,
e che arriverai a perderla...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • claudia checchi il 05/02/2013 09:48
    un grazie dal mio cuore... ciao Fabio...
  • Fabio Solieri il 05/02/2013 07:30
    Abbiamo condiviso il tuo dolore, apprezzando il grande amore, che elargisci al tu babbo con fervore. Possa un abbraccio di tutti noi portarti calore.
  • claudia checchi il 08/10/2009 22:35
    grazie, rigrazie... mio caro amico tvb... da tisky...
  • Donato Delfin8 il 08/10/2009 19:45
    Un abbraccione Tisky.
  • claudia checchi il 08/09/2009 15:02
    Grazie Adamo, antonio, lucia, e a te giuseppe... vi sento tutti molto vicini un grazie col cuore... x tutti voi.. da me... cla..
  • Giuseppe Tiloca il 08/09/2009 14:52
    Cara Claudia le avversità della vita sono tante, mi spiace moltissimo per tuo padre, sono davvero giù, le tue parole sono belle e sono sicuro che lui è fiero di te. Ti sarò vicino, Giuseppe
  • lucia cecconello il 08/09/2009 14:02
    Claudia, posso capire i tuoi sentimenti... un abbraccio, ciao
  • Antonio rea il 08/09/2009 10:07
    .. il rischio di poter perdere un caro congiunto fa scivolare in un torpore indefinibile, purtroppo soffrire fa parte della vita, così come perdere un genitore, .. Claudia, a me è successo e posso capire il tuo tormento. Ti sono vicino Tony!!
  • Adamo Musella il 08/09/2009 00:53
    L'origine della nostra vita in un filo che vorremmo mai reciso... bella come solo l'amore di una figlia riesce a descrivere. auguri a tuo padre e spera sempre Claudia. un abbraccio.
  • claudia checchi il 07/09/2009 23:14
    Grazie augusto.. è veramente stata scritta.. d'impulso... in uno stato di sconforto... grazie delle tue care parole... cla...
  • augusto villa il 07/09/2009 18:33
    Bella poesia... Forse scritta di getto.. ancora in balia dell'angoscia che attanaglia la gola... È altresì difficile scrivere di cio' quando ancora nella mente si susseguono ricordi... Ricordi che invadono la mente portando emozioni a volte anche in contrasto fra loro... Scrivere in quello stato è veramente difficile... quindi vale ancora di piu'... Brava Claudia.
    Auguri (tanti tanti)
  • M. Vittoria De Nuccio il 07/09/2009 18:28
    Molto commovente Claudia... un abbraccio.
  • claudia checchi il 07/09/2009 17:49
    un grazie.. di cuore x la vostra vicinanza, a te giusi, marcello, loretta.. claudia.
  • loretta margherita citarei il 07/09/2009 15:05
    bella e commovente.
  • Anonimo il 07/09/2009 14:39
    sentita malinconica... lacrime di cuore puro... molto brava
  • giusi boccuni il 07/09/2009 13:44
    capisco i tuoi sentimenti, è vero, non ci si sente mai pronti...
  • claudia checchi il 07/09/2009 11:16
    Grazie marhiel... un abbraccio e ti sento vicina... baci. claudia.
  • Marhiel Mellis il 07/09/2009 11:03
    Quando forte è il legame la lontananza diventa una condanna e i pensieri sono più tristi... Un padre o una madre sono luci che nella vita di ogni figlio o figlia servono per non dimenticare la nostra infanzia e quell'affetto irripetibile di tenerezza. Coraggio dolce Claudia.. ti sono vicina.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0