accedi   |   crea nuovo account

Sfuma

Ne ho sporche le dita
delle tue sfumature che non si possono catturare.
Le tue gradazioni di grigio
sembrano quelle del fumo della tua ultima sigaretta
mentre bruciavi una distanza già prenotata.
Si consumava
come si consumano gli ultimi secondi.
C'inquinava di singhiozzi
che sfiguravano
i nostri tentativi di non soffocare.
Ho soffiato via la cenere,
credendo fosse polvere di stelle
precipitate e schiantate,
sui miei presentimenti.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Donato Delfin8 il 14/03/2009 12:55
    Sempre piena di metafore.
    Bella
  • Anonimo il 08/01/2009 21:17
    bella!
  • Claudio Amicucci il 06/09/2007 15:57
    Come sono noiosi quei partener che si mastrbano mentalmente! Forse da giovane lo facevo anch'io. Poi ho scoperto che l'amore lo devi prendere con gioia: è il modo migliore per gustarselo tutto, con qualche nostalgia, se infine dovesse finire. Ciao Claudio
  • luigi deluca il 27/04/2007 06:51
    una fine temuta e prevista, un partner che delude... come mi sembrano conosciute queste sensazioni; mi piace!
    Condivido e apprezzo, brava e... CORAGGIO che poi c'è sempre un nuovo sole!
    gigi
  • patrizia chini il 22/10/2006 10:50
    i srntimenti profondi sono resi vivi dalle metafore
  • SILVANO DOLCI il 02/10/2006 10:13
    Profonda.
  • francesco sobberi il 28/09/2006 12:03
    mi piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0