accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

Simile la vita
ad un alveare.
Nelle celle
del dolore
e della solitudine,
anima innamorata,
ape industriosa,
produce miele
d’amore.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • ignazio de michele il 15/04/2010 08:07
    ... instancabilmente. breve ma efficace come sempre.
  • Anonimo il 08/09/2009 15:13
    bellissimo binomio natura-uomo... da leggere e rileggere
  • Don Pompeo Mongiello il 08/09/2009 12:31
    Bellissima da 5 stelle e oltre...
  • Fabio Mancini il 08/09/2009 11:11
    Nelle tue poesie e probabilmente anche nella tua vita, amore, dolore e solitudine, sembrano inscindibili. Certamente quando anche le persone più care non sono più in grado di comprenderci ed amarci e ci voltano le spalle, l'alternativa possibile per continuare a vivere bene ed in armonia con se stessi è quella di non condannare, ma giustificare e perdonare. Soprattutto se stessi. L'amore di cui tu parli, dunque, non un sentimento sognante e immaturo, ma qualcosa di tangibile, concreto, affidabile. Se tanto successo riscuotono le tue opere è perché parli sempre di te stessa senza finzioni, o artefici, ma con il coraggio di chi ben conosce la vita. Fabio.
  • Inchiappa Vito I Song il 08/09/2009 08:39
    Buono quel miele. Piacevole da assaporare, se fosse così abbondante da soddisfare chiunque.
    Vito

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0