accedi   |   crea nuovo account

soffiatori di nebbia

I soffiatori di nebbia
ci trascinano verso
stazioni deserte
pensiline cadenti
marciapiedi vuoti
fabbriche abbandonate

Dispersi in luoghi conosciuti

Il fischio del treno
intensifica i sussurri
dei giovani amanti,
parole semplici,
campi arati,
filari di alberi
Solo l’amore rende sopportabili
le giustificazioni del nostro esistere

Stretto alla tua mano
potrei lanciarmi nel gorgo

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • enzo napoli il 29/10/2007 17:18
    Bel testo! Complimenti Francesco
  • sara rota il 30/04/2007 08:34
    Nel complesso la trovo bella, anche se mi ha un po' inquietato il verso finale...
  • augusto villa il 10/03/2007 15:01
    Vera e ben scritta! Complimenti!
  • miryam maniero il 20/10/2006 22:50
    bella... profonda... ancora l'amore che conta, e sempre l'unica via d'uscita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0