username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Arcobaleno

S’è chiuso il cielo,
lampi scintillanti
guizzano nell’aria,
un frastuono di tuoni
rende inquieti,
uno scroscio
di pioggia scende
a benedire
l’assetata terra.
Penetra un raggio di sole
gli oscuri cirri,
formando l’arcobaleno.
Accosto l’auto
vicino al marciapiede,
scendo.
Non mi importa di bagnarmi,
non rinuncio allo spettacolo,
estasi per la mia anima.
E mentre osservo l’incanto,
la vita frenetica
degli altri
mi passa accanto,
uomini e donne intenti a guidare,
gente al cellulare,
nessuno alza più gli occhi,
per contemplare
la meraviglia.
Mi rammarico,
frenetico vivere
domina il mondo.
Non v’è più tempo
per capire,
gli attimi
di felicità.

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • gianni castagneri il 01/03/2014 17:33
  • Filippo Minacapilli il 16/04/2012 10:17
    Meravigliosa e "trovata" da me nel momento opportuno... stamane ho provato, dopo una pioggia copiosa accompagnata da grandine, e che grandine!, le sensazioni da Te magicamente espresse!
  • ignazio de michele il 15/04/2010 08:01
    una splendida fotografia, vera!
  • M. Vittoria De Nuccio il 09/09/2009 18:15
    Bella... chiusa stupenda.
  • Don Pompeo Mongiello il 09/09/2009 14:41
    Semplicemente ti do il massimo.. 5 stelle
  • Il _Rinascente il 09/09/2009 14:08
    bella... davvero ben fatta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0