PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Silenzi di prone genti

Periodiche istantanee di sussulti emozionali
sogni di gloria si conquistano,
un'attitudine non basta, come il talento.
Devi essere come una mosca,
che si poggia di merda in merda
per arrivare a conquistare l'ultima casella
del casellario societario.
Ben ripartito per i pochi degni
di appartenervi.
La società oramai annienta il pensiero,
sentenziando: "non pensare, ti potresti far male".
Anime scintillano nel buio di una società,
scappan per non annichilire i propri valori, sogni e desideri.
L'assurdità è il silenzio di prone genti
assoggettate alla volontà
dei pochi che gestiscono la società.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 10/09/2009 09:16
    Lascia scegliere a noi... quel che ti conviene... è la Città fatta inferno... da Orfeo 9 di Tito Schipa Jr..

    Bravissimo Andrea... assoggettate alla volontà... dei poco di buono di chi gestisce la società..
  • giusi boccuni il 09/09/2009 22:27
    intensa e sferzante la tua denuncia
  • Anonimo il 09/09/2009 21:01
    Vera e ben scritta.
  • M. Vittoria De Nuccio il 09/09/2009 19:39
    Bravo!!!
  • loretta margherita citarei il 09/09/2009 18:08
    verissimo bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0