username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per le vie di una città in festa, d'inverno

Nostalgie sepolte camminando evaporano e si mescolano
con la bruma di questa fiera
grigia nebbia sfumata in nuvole di blu
raggi bianchi di lampioni come lacrime stridenti
nella sera
Perduta resto assente nella folla di una strada larga.

Si stagliano su soppalchi cornici dorate
Accatastate le maschere paiono celare abissi
dietro sguardi vuoti.

E l'orchestra e le voci si fondono
rimbalzando su grotteschi scenari
Ed i colori ed il rumore mi coprono
sommergendo una silenziosa morte interna
per una vita fasulla.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 07/05/2011 09:04
    Bellissima ed apprezzata molto
  • Vincenzo Capitanucci il 11/09/2009 04:14
    e le voci si fondono... rimbalzando...

    Molto bella... Valentina... concordo con il commento di Giusi...
  • giusi boccuni il 10/09/2009 10:19
    molto intensa, rende bene il drammatico senso di solituidine che affligge l'essere umano, anche in mezzo ad una folla festante

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0