accedi   |   crea nuovo account

La mia Politica

Facce scure ed arroganti
Rimandi a popolari detti
Consigli e poi pesanti interventi
Formali e chiacchierate presenze

Chiedo, quando sarà il mio turno?
Per tutto questo ricercai consensi
Vana gloria tentò la mia dignità
Ininterrotto e certosin lavoro

Non è per te, diceva qualche amico
Portato sempre alla pungente critica
Tutto ciò non paga, anzi rinnega l’uomo
È così, pensai, e non seppi dire grazie…

Eppure negli antri di questo falso mondo
Un chiarore vidi in fondo, nascosto
Mi avvicinai carponi senza orientamento
La coerenza paga, ascoltai nel silenzio

Cercai e cercai fra statuti e tanta gente
Verità trovai al chiaror di una luce
Luce vera che ha spalancato i suoi raggi
E mi ha raccolto vincente di fra tanti

Arte e scienza del servizio voglio fare
Ancor bimbo sentì in me quel richiamo
Tra rovi d’ingiustizie ed interessi
Trionfai a Vera gloria del comune Bene.

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 24/09/2009 12:59
    Cercai e cercai fra statuti e tanta gente,
    Verità trovai al chiaror di una luce... complimenti!
  • Dolce Sorriso il 18/09/2009 23:17
    bella poesia... piaciuta la chiusa
    bravo Fabrizio
  • Anonimo il 15/09/2009 19:00
    L'impegno che un uomo mette nei suoi ideali, a mio parere, identifica l'uomo stesso. Credere di poter far qlcosa per il prossimo e mettersi al suo servizio per migliorarne la qualita' della vita e' lodevole. Purtroppo la fiducia per la politica nel suo insieme ha perso crediti e non pochi. Bisogna che ci siano tanti Fabrizio Martello a cambiar le cose...
    Apprezzatissima.
    M
  • Vincenzo Capitanucci il 12/09/2009 08:23
    Voto... cinque stelle.. per Te... Fabrizio..
  • Len Hart il 11/09/2009 13:08
    great!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0