accedi   |   crea nuovo account

31 agosto 2008

Ricordo quel giorno come se fosse ieri
I gruppi compatti e come sempre fieri,
Fieri di un ideale che arrancava verso una "libertà"
Prima di partire già notavo un certo senso di fatalità

Quel giorno ometti verdognoli pregustavano il loro piacere,
Piacere di far espiare iniquamente il loro "malessere"
Ci riuscirono... ma fallirono nel domarci
Noi partenopei non vogliamo gente disposta a non amarci.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • valerio civano il 10/01/2010 20:34
    si, questa è una poesia! con la sua forza, col suo mondo e con quel rimanere un po' oscura che fa di semplici parole un testo poetico, bravo!!
  • Ugo Mastrogiovanni il 16/11/2009 08:18
    Una simpatica indignazione di uno di noi partenopei!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0