accedi   |   crea nuovo account

Peschici

Golfi, cale, calette
Grotte che stringono
rami di mare in ruvidi abbracci.
Sgusciano via, a ritrovare
l'azzurra, immensa distesa
bianca di onde ridenti.
Un po' capricciose,
come bambine
in grembo alla madre.
La case bianche di Peschici
guardano dall'alto, stupite e orgogliose,
come gelose guardiane di tanta bellezza,
di tanto azzurro cangiante.
Non ho mai amato tanto il mare
come oggi, in questo pezzo di Gargano
stupefacente.

Peschici 3. 05. 2005

 

1
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/03/2012 05:57
    splendida poesia complimenti

7 commenti:

  • michele marra il 17/12/2006 10:36
    Un angolo di mare bellissimo
  • michele marra il 17/12/2006 10:36
    Un angolo di mare bellissimo
  • michele marra il 17/12/2006 10:36
    Un angolo di mare bellissimo
  • Franca Maria Bagnoli il 18/09/2006 23:56
    Grazie Teodoro. La mia poesia non ha reso giustizia alla tua meravigliosa terra. Ciao. Franca.
  • Teodoro De Cesare il 18/09/2006 23:52
    la nostra puglia... lunga, infinita, persa nella memoria del tempo polverosa e lacrime di fame e d'incanto
  • Franca Maria Bagnoli il 16/09/2006 20:21
    Grazie del commento. Qual è la parte originale e quella scontata?
    Ciao. Franca.
  • alberto accorsi il 16/09/2006 18:02
    disuguale:un po' originale, un po' scontata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0