accedi   |   crea nuovo account

Chi mi risponde?

Vorrei sapere:
che male
può farmi
un nero,
un indiano
o un marocchino?
Non trovo
nulla
di speciale,
in più del mio paesano.
Ma allora
perchè
li picchiano
e li trattano
da bestie?
Mi piacerebbe
sapere:
che male
può farmi
un barbone,
solitario
e taciturno?
Niente, vero?
E allora
perchè
gli danno
fuoco?
E un gay,
cosa può farmi?
Non fate
gli stupidi,
con queste
basse insinuazioni!
Non può farmi
nulla!
Vive la vita
con chi
condivide
le sue
inclinazioni,
tutto qui.
E allora,
perchè
lo picchiano
a sangue,
senza
alcun motivo?
C'è un unico
colpevole,
di queste nefandezze:

123

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Antonietta Di Costanzo il 12/09/2009 22:39
    L'ignoranza e sopratutto il non volersi guardare allo specchio, gli altri sono lo specchio di noi stessi!
  • Anonimo il 12/09/2009 22:34
    vuoi una risposta secca?
    LA PAURA DEL DIVERSO
  • giusi boccuni il 12/09/2009 19:47
    Forte denuncia, condivido l'impeto e lo sdegno per ogni forma di violenza che tu esprimi nella tua poesia e concordo in pieno con Nadia sui significati e sui modi per favorire il cambiamento, ci vuole una nuova coscienza
  • Anonimo il 12/09/2009 19:03
    l'ignoranza è l'origine di tutti i mali, una società ammalata d'ignoranza genera altri mali, quali ingiustizie, violenze, guerre intolleranze. Non sono solamente i giovani balordi impasticcati che alimentano questo stato di cose, a volte anche loro sono vittime della propria debolezza. Il discorso è molto più complesso e ampio, a mio avviso.
    Hai ragione, una società malata va curata, ma il male dev'essere estirpato alla radice, ci vuole una nuova coscienza, ci vuole un "uomo nuovo".
  • loretta margherita citarei il 12/09/2009 18:58
    condivido, gli stessi concetti hitleriani, nutrono questi demoni, invisibili campi di concentramento, si ergono intorno ad uomini violati nella loro dignità
  • Anonimo il 12/09/2009 18:49
    Non fanno nulla di male e come dici tu, l'unica colpevole è l'ignoranza!! Ma putroppo è come una piovra, ha tentacoli in ogni ceto sociale, si allunga facendo del male e ferendo i più deboli, colpevoli solo di essere ritenuti"diversi". Spero che questa tua espressione di pensiero sviluppi almeno un po' di vergogna in quelle persone che si ritengono superiori ad altri, senza accorgersi che invece sono "piccoli"!!
    Un abbraccio
    Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0