username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nottturno nella vecchia Praga

Fantasmi ciechi
si inseguono a tentoni
per queste vie notturne,
Praga
Tra i miei passi sull'asfalto
prende vita il ronzio mesto
dei lumi a gas,
sommessa
voce che accompagna
parole di vagabondi solitari.

Praga
da qui ti estendi
in questa notte
che tace
Strega dal volto sottile
nelle tenebre appari
come abbaglio;
di perdutezza risuoni
stridente voce di cristalli infranti.

In te si raccontano
le sagome tetre
di te si raccontano
leggende e segreti.
Da qui giaci, quieta ed inquieta
perduta, segreta
gabbia di echi.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Aliena il 20/11/2013 22:22
    Bella la Praga.. Proprio bella..
  • mauri huis il 05/03/2012 22:15
    Molto bella escursione notturna in una città già abbastanza misteriosa di suo. Bellissima Praga e bella la tua poesia. Complimenti
  • Anonimo il 04/02/2010 02:11
    Praga ha fatto anche a me quest'effetto, quando l'ho visitata, forse perchè avevo letto "Praga magica", un libro di Ripellino! 1 saluto
  • antonio castaldo il 18/09/2009 22:57
    bella foto... del mistero e fascino... di una città splendida.
  • Anonimo il 13/09/2009 14:36
    strepitosa
  • loretta margherita citarei il 13/09/2009 14:13
    bella descrizione
  • giusi boccuni il 13/09/2009 13:54
    molto bella la descrizione poetica che fai della magica Praga, una città intensa e misteriosa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0