PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nell'assurdo amarci

Il tempo immoto
che tutto e niente cambia,
dispiega sapore d’attesa
su mani che sanno.
Fremente il fiato,
s’appiglia sulla pelle,
nella tenerezza sboccerà
fragrante il fiore,
che di rugiada e miele
mi cospargerà la carne.
Nuda dea incantata,
nei tuoi anfratti la quiete aspiro,
che il desio m’infiamma
il respiro e il battito.
E nell’assurdo amarci:
compiuti e veri
siamo.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 17/09/2009 18:05
    Piaciuta
  • M. Vittoria De Nuccio il 14/09/2009 23:13
    Poesia passionale, nel tuo stile..."sinestroide"... teneramente eros...
  • Anonimo il 14/09/2009 15:28
    intrigante.. l'attesa che accompagna l'amore.. un fremito leggero che si carica di erotismo.
    molto bella, me la tengo
  • loretta margherita citarei il 14/09/2009 14:24
    ben scritta bravissimo
  • Anonimo il 14/09/2009 14:15
    Un amplesso quieto e tenero ma carico di passione!!
    Bella Fabio, un bacio
    Dani
  • ANGELA VERARD0 il 14/09/2009 12:50
    Bellissima e intensa...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0