PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La scelta

Il mio sguardo torna lì,
verso il piano o verso il vino,
non la chiamo debolezza,
è soltanto riprovare
quella mia vitale ebbrezza.

E rimango ancora qui,
poi pian piano mi avvicino,
devo scegliere, tuffarmi,
poi gustare, assaporare,
ma alla fine scelgo entrambi.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • salvo ragonesi il 07/03/2011 11:46
    il vino fa bene ma piano,;molto piano fa più bene del vino. capita la metafora ciao. salvo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0