accedi   |   crea nuovo account

A Emma

Nel tunnel buio in cui mi trovavo
quella debole luce che intravedevo eri tu,
era la tua piccola mano che mi teneva stretta,
che infondeva piano piano in me la voglia di una nuova vita,
che mi dava la forza per combattere il mio dolore e le mie paure.
Ora che sei qui, tra le mie braccia,
tutte le paure e le angosce si sono placate
e, come per incanto, io sono rinata in te.
Sarò una nonna come tu mi hai voluta,
tu hai scelto di farmi rivivere
e adesso sarò io la luce che guiderà i tuoi passi.
Ti insegnerò i valori della vita,
ti farò sognare guardando un piccolo fiore sbocciare,
guardando una piccola goccia d’acqua brillare su una foglia,
ti farò capire che è nelle piccole cose che potrai trovare
la serenità e la pace.
Se avrai paura ti canterò una canzone, ti accarezzerò il viso,
ti stringerò forte a me e non ti lascerò mai sola.
Sarò il tuo faro nelle tempeste che la vita porta con se
evitandoti le scogliere e accompagnerò sempre il tuo cammino.
Dammi la mano Emma, cammineremo insieme…….

La tua nonna Gemma

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • augusto villa il 05/12/2011 23:40
    Bella e tenerissima... Riesce ad emozionare (molto) chi la legge... Sincera e sentita. --------
  • ELENA MACULA il 02/12/2011 11:57
    bella ti faro sognare guardando un fiore quello che tutte le nonne dovrebbero fare bella!!!!!
  • Fiscanto. il 17/09/2009 01:26
    bella poesia!
  • Fabio Mancini il 16/09/2009 06:59
    Ma a te chi canterà una canzone? Chi ti accarezzerà il viso? Bella poesia. Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0