accedi   |   crea nuovo account

I VETRI DI LACRIME

Vento soffia e lacera…
Ferite arrugginiscono tra le gocce…
È un mare in tempesta…
È caos, è inquietudine…
È delirio…
Ho una tela strappata nell’anima…
Perché non mi dipingi?
Perché non fai qualcosa?
Scarabocchia, Straccia, Scalpella…
Distruggi quello che non sai creare…
Inventa le tue lacune,
Graffia i visi che non ti guardano.
Devi essere tutto e mancare nel resto.
Crepano gli specchi che non ti riflettono.
Raccolgo i frammenti e mi taglio…

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 21/05/2009 22:58
    raccoglierò anch'io i frammenti... e andrò avanti... questa poesia trasmette dolore, ma tanta forza e voglia di farcela sempre...
  • elisa immi il 08/08/2007 23:00
    complimenti...
    immagini che corrono veloci per rimanere nell'eternità..
  • celeste il 01/07/2007 17:24
    nessuna ferita è più difficile da risanare di quella provocata da schegge di vetro. Brava
  • Argeta Brozi il 26/09/2006 11:52
    Le immagini sono forti volutamente come lo sono i tuoi sentimenti : parli di ferite, di tagli nell'anima, dipingi il tuo dolore con pennelate di malinconia. Il dolore c'è, ma anche la voglia di ricominciare, proprio da quei tagli, proprio dopo aver toccato il fondo. Piacevole lettura.
  • billiejoe. il 26/09/2006 10:18
    .. le emozioni, le passioni, le sensazioni scorrono sottopelle... vivono in quei mondi sommersi che ognuno ha dentro di sè... in attesa che possano essere liberate.. sotto forma di sorrisi.. sguardi.. parole.. tenerle rinchiuse non serve a niente... si rischierebbe di implodere...
  • Giada Staffieri il 26/09/2006 09:59
    Un'emozione... per tutte quelle volte che avreste voluto spaccare il mondo... ma da soli non ci siete riusciti. Non trattenete mai le vostre emozioni. Non vivete di rimorsi. La pazzia smuove la vita. Giada.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0