username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Confessione di un'amante abbandonata

Ti amai,
come fedele che adora
un dio splendido.
Ti amai,
come antico astronomo babilonese che
scopre una splendente stella.
Ti amai,
come anonimo poeta greco che
compone infiniti esametri.
Ti amai,
come petali di rosa
che si schiudono a maggio.
Ti amai,
come l'alba di mattine nebbiose.
Ti amai,
come le montagne che tagliano nel buio.
Ti amai con il freddo delle lame piovose.
Ti amai con la neve di dicembre.
Ti amai con il vento delle tempeste lacustri.
Silenziosamente, ti amai,
come l'assolo di quella canzone,
quei due minuti unici che
non
si ripetono mai.
Silenziosamente, ti amai,
nelle attese della sera,
nelle speranze della notte,
nei calori del giorno.
Ti amai e ti amo e
non
te lo dissi mai.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Maria Rosa Cugudda il 19/05/2010 15:52
    triste e profonda; molto coinvolgente!
  • Anonimo il 06/01/2010 10:42
    Molto bella, complimenti, in fondo quando si ama si ha una marcia in più...
  • Luca Calabrese il 27/10/2009 23:23
    Bella complimenti.
  • antonio castaldo il 21/09/2009 22:04
    seppur di getto... tutto molto bello! brava! kiss!
  • Adamo Musella il 20/09/2009 15:49
    Una confessione libera l'anima e mostra un desiderio forse troppo celato. brava Cristina, baci
  • Cristina Leonardi il 19/09/2009 13:34
    sì avete ragione, in effetti avrei dovuto rivederla più e più volte e metterla un po' a posto... infatti questo è quello che mi è uscito di getto.
  • Fiscanto. il 18/09/2009 22:56
    Sentita e amara... piena di tristezza
  • loretta margherita citarei il 18/09/2009 21:35
    concordo con i commenti ma è bella nei concetti.
  • Ivan Bui il 18/09/2009 20:11
    D'accordo con Nadia.
  • Anonimo il 18/09/2009 19:46
    molto bella, coinvolgente... potrebbe essere migliore, perfetta, secondo me c'è qualche "ti amai" di troppo, che toglie un il respiro che merita, la lega un pochettino.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0