PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tacito accordo in lega galattica

Dalla loro navetta spaziale
fuori orbita
buttarono la loro ennesima
bomba atomica

sul corpo celeste

in onde radio attive
chiamarono la morte

egoisticamente
sterminarono tutti

si guardarono
brindando
nei loro occhi ciechi

sensibilmente

visibilmente
commossi

avevano portato
finalmente
la pace

la giustizia
ad un popolo di eroi

la tetra solitudine
d’Una pace eterna

sul terzo insignificante pianeta vittima d’un piccolo sistema sola re

non volava più neanche una mosca

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 19/09/2009 20:30
    bellissima vincè
  • cesare righi il 19/09/2009 19:22
    Ciao Vince, il riposo degli eroi sul terzo pianeta. Ora brilla come un sole ad ispirare poeti di un altro pianeta
  • Anonimo il 19/09/2009 13:12
    bellissima... ben tornato rientro alla grande
  • giusi boccuni il 19/09/2009 11:58
    Sferzante questa tua... tragico epilogo della distruttività umana... e della stupidità umana... per fortuna, l'uomo non è solo stupido... si spera in Amore...
  • Anna G. Mormina il 19/09/2009 11:49
    ... certo, per qualcuno, questa sarebbe la soluzione ideale... egoisti, senza una briciola di Amore!
    ... e mi fai pensare... molto bella!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0