accedi   |   crea nuovo account

Amore

E così piano,
meravigliosa,
dì, chi vorresti
essere?

Le tenebre si piegano
sulla faccia ombrosa
degli amori onesti,
e sulle tue mani tenere.

E così tardo
è già questo
dì. In te stessa
mi vorrei perdere,

e così in ritardo
non sarei molesto
di meno che in una fossa,
morto di troppo etere.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0