accedi   |   crea nuovo account

BESAME

Baciami ora,
che mi chiami ‹cuore›
e sei vicina,
come l’allodola al mattino!
Baciami ora
che, nell’aria bruna,
scotti d’amore
e gridi alla luna!
Ecco,
divieni musica,
danza di sospiri,
puro gioco di fremiti,
nell’aria che respiri.
Un’unica corolla,
un gambo, un solo fiore,
come chiamarla vita
l’assenza dell’amore?
Un attimo d’incanto,
noi due, un solo ‹io›,
sussurri: ‹ T’amo tanto! ›
ed io mi sento un dio.

F. Pastore

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 13/09/2010 12:23
    questa è una bellissima opera -
  • Valentina La Porta il 17/11/2006 14:01
    un respiro d'aria pura... si lascia leggere bene, facendoti vedere immagini
  • SILVANO DOLCI il 27/09/2006 13:00
    L'amore gravita attorno alla nostra vita, come l'aria nei nostru polmoni.
  • Camilla Corsini il 26/09/2006 22:20
    semplica, fresca, allegra, bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0