PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quello che io penso

Non oso giudicarti amica mia,
se qualche volta di sera,
ti vedo salire in macchina,
con uomini diversi
partire.
Non sono esente dal peccare
e solo Dio sa, nelle notti amare,
quanto vorrei essere,
nel letto di qualcuno
ed il corpo far cantare,
anche nella bugia
si nasconde amore.
Ma non lo faccio.
Non perché bacchettona,
moralista
o sciocca qualunquista,
nè aspiro ad esser santa,
a volte, come te, ho fatto
sesso
e guardandomi allo specchio
al mattino.
non spariva dagli occhi
la tristezza,
aveva cantato la sirena
l’inganno dell’ebbrezza
e l’anima in terra giaceva
a ricucirsi ali strappate,
in una bocca impastata di amaro fiele.
Non riesco ad essere
fredda, calcolatrice,
divertirmi e basta
isolando il cuore.
Non riesco ad andare
con uomo, assecondare
il corpo,
senza provare per lui amore
profondo come il mare,
sono femmina e passionale,
solo quando amo.
È questione di capire
che il sesso non è volgare,
atto materiale,
se c’e amore, sentimento.
Anche se la solitudine
è atroce tormento,
amica mia, non mi vendo,
non volo sulle ali del vento,
a differenza di te,
oso ancor sperare,
credo nei sogni
d’amore.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Fabio Mancini il 22/09/2009 18:57
    Sagge considerazioni... Fabio.
  • Inchiappa Vito I Song il 22/09/2009 07:06
    Il sesso è anche piacere, non deve confondersi con l'Amore che non tutti conoscono.
  • Anonimo il 22/09/2009 01:15
    Condivido in pieno questo essere donna e amante ma con amore, motore dell'anima!!
    Un abbraccio
    Dani
  • Anonimo il 22/09/2009 01:06
    immensa... altro da dire superfluo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0