PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il tuo violino

Con aria sognante,
il dolce volto tra cristalli
in frammenti,
mi guardi con amore.
Il tuo violino muto sul divano,
remora dissolta di una memoria
che era la tua vita.
Ora lo prendi tra le mani
e con l'archetto, solo per me,
diffondi una sinfonia struggente,
come nenia di vento,
si perde oltre il mare del tempo.
Fragili mani hai!
per stringermi e labbra di fragole
per baciarmi.
il tuo violino giace ora per terra,
ancestrale retaggio di un suono
flebile che si perde,
nel tuo pensiero in frammenti!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 23/09/2009 00:21
    splendido viaggio tra sensi e suoni... bellissima atmosfera... immagini impeccabili
  • Ruben Reversi il 22/09/2009 23:07
    grazie dolcissima laura. bacio Ruben
  • laura cuppone il 22/09/2009 17:42
    meravigliosa... dissolvenza...
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0