PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ira

Sbattendo a terra
nel nero paradiso
la mia mano che erra
e che trema, con un sorriso
che corre e salta
da uno sguardo
forte ed improvviso,
arrivato in ritardo
alla faccia scelta,

mi accorgo di non avere fretta,
che il cuore è lento ed aspetta.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 23/09/2009 00:33
    piaciuta molto
  • Fiscanto. il 22/09/2009 22:31
    molto bella!!!
  • Anonimo il 22/09/2009 21:16
    Conta fino a dieci, mi ha sempre detto mia nonna, prima di ascoltare l'ira. Nel frattempo passa!!!
    Bella
    Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0