PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Viola

Era diventata
un biglietto di supplemento
carta ingiallita
dai tocchi delle loro
possibilità

S’era costruita un varco
tra le mummie psicolabili
che contornavano il vetro
e scivolava cospargendosi il capo
di cenere
delle ultime sigarette
accese

Pensava spesso
a come sarebbe stato
il dopo
quell’attraversamento delle budella
carezzate da coltellate lente
quelle nauseanti robotiche coercizioni
quell’imperterrito battito
tra le campane

Mai però
l’immaginario concentrico
di un digiuno forzato e dissacrante
avrebbe concepito
lo sciogliersi dei ghiacci
né lo spegnimento dei vulcani
così come realizzarono nella loro
sfacciataggine

Così restava lì
godendo la scarnificante attesa
del niente
ripetendo nella testa una formula
per sordi
restava lì
a masticare albe
come fossero spilli
nascosti
in un cucchiaio colmo
di miele…

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • laura cuppone il 23/10/2009 15:08
    oh aleks...
    lo sento... grazie.
    Laura
  • aleks nightmare il 01/10/2009 14:07
    Questo tuo lavoro mi ha toccato veramente...
  • laura cuppone il 30/09/2009 00:26
    un immenso abbraccio a tutti voi amici...
    ci si raggiunge
    a volte
    ... vero?


    Laura
  • augusto villa il 25/09/2009 21:56
    Spilli e miele...
    Bravissima, Laura!
    Un abbraccio.
  • Giuseppe Bellanca il 25/09/2009 14:31
    Bella... molto riflessiva... su col morale... ciao fatina...
  • Giuseppe Tiloca il 24/09/2009 19:44
    Sei sempre più brava nel far provare emozioni a tutti
  • loretta margherita citarei il 24/09/2009 05:35
    mi ha colpito molto, bellissima
  • Vincenzo Capitanucci il 24/09/2009 03:19
    Sempre splendida Laura... ripetendo nella testa... una formula per sordi... masticando Albe... e spilli... di luce...
    è una testata... nucleare... te l'assicuro... ne vedranno il miele...
    Il viola.. è fra i miei colori preferiti... specialmente fra gli ultra-violetti...
  • Anonimo il 24/09/2009 00:13
    5stelle per originalità... ed emozonalità... sempre molto brava
  • Anonimo il 23/09/2009 23:52
    Si sente la tua delusione,
    si sente...
    forse pensiamo troppo o forse pensiamo in maniera distorta, forse è meglio non pensare affatto
    ma non è semplice... anzi
    ti voglio bene
    la poesia ovviamente mi è piaciuta troppo
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0