PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

DI-VINO in assenza

infondo la trachea
idromele fatati di passaggio,
raffinano il profondo, l'inconscio
passando per le vie della digestione.
I villi, le vene,
i capillari, la pelle...
la seta altrui.
I plebei costeggiano
i goccioloni
carnosi sulla schiena
della tua presenza
per ordine
dei patrizi ubriacati.

Concatenati, intersecati
fusione, mescolanza,
attrito per le mani.
siamo ancora lontani.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0