username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Non parlatemi più

Non parlatemi più
di confini di frontiere

di patrie di stati di nazioni

frantumano l’essere della terra
il cielo dal sole
il mare dai monti
l’uomo dalla sua universale natura

seminando solo cicatrici insanabili di desolazione di miseria di morte

sono il tetro specchio
il riflesso di noi stessi

frantumi di libertà
in perdita di umanità

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Giuseppe Bellanca il 24/09/2009 17:03
    Bellissima Vincenzo capisco anche il collegamento... concordo con te. ciao.
  • Raju Kp il 24/09/2009 16:40
    in perdita' di umanita'... si trieste questa fine nostra ma reale...
  • Raju Kp il 24/09/2009 16:39
    in perdita' di umanita'... si trieste questa fine nostra ma reale...
  • Raju Kp il 24/09/2009 16:39
    in perdita' di umanita'... si trieste questa fine nostra ma reale...
  • Giuseppe Tiloca il 24/09/2009 14:42
    bravissimo vince! Hai aperto un varco attraverso le nuvole del mio cuore...
  • Anonimo il 24/09/2009 13:14
    bellissima
  • Anna G. Mormina il 24/09/2009 10:19
    ... no, non dobbiamo parlare più di frontiere... il cielo è di tutti... il sole è di tutti... un giorno, il mondo sarà di tutti!
    Meravigliosa, bellissima!... bravo Vincenzo!
  • giusi boccuni il 24/09/2009 09:59
    bellissima! concordo
  • M. Vittoria De Nuccio il 24/09/2009 09:49
    ... frantumi di libertà in perdita di umanità... a dire stupenda è denigrare la tua POESIA. Bravissimo Vincenzo.
  • Inchiappa Vito I Song il 24/09/2009 09:31
    Bellissima poesia.
    Grandiosa la chiusua:

    sono il tetro specchio
    il riflesso di noi stessi
    frantumi di libertà
    in perdita di umanità.
    Bravissiomo Vincenzo.
    Vito

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0