accedi   |   crea nuovo account

Cinquanta

La cinquantesima composizione
a mia sorella voglio dedicare.
È lei che me ne dà l’ispirazione
senza neppur doverla ricercare.

Cinquanta le poesie scritte sinora,
cinquanta sono le sue primavere.
Ma siam solo all’inizio perché ancora
tante sorprese ci farà vedere!

Sembra ieri: bambina capricciosa
e poi serena e brava adolescente.
Giovane fidanzata, dopo sposa,
lavoratrice e madre intraprendente.

Ma il purosangue, quello sì, di razza
si distingue rispetto ad un ronzino
nelle difficoltà: l’uno ci sguazza,
mentre l’altro v’annaspa, poverino!

Così Antonella, le virtù migliori
nelle ore più tristi, nere e amare,
ella sempre è riuscita a tirar fuori,
qualsiasi prova fosse da affrontare.

E quando nei recenti mesi duri,
chiamata fu a portarne il gran fardello,
proprio allora compresi, in quei dì oscuri,
il privilegio d’esser suo fratello!

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 27/09/2009 12:06
    Vincenzo
    il tuo commento e l'accostamento a Parmenide mi riempiono di gioia e di onore. La "purosangue figlia del sole" é un'immagine poetica, che vale ben più della mia composizione, che confrontata ad essa rassomiglia più ad un "dignitoso ronzino".
    È sempre un piacere leggerti, Vincenzo
    Ciao e granzie ancora
    Giuseppe
  • Vincenzo Capitanucci il 27/09/2009 02:17
    è bello avere una Musa in famiglia... ed un Poeta per cantarne le gesta... una purosangue... figlia del sole... che si rivela essere un'ottima saltatrice... nei percorsi ad ostacoli...

    Bellissima Giuseppe... mi è tornato in mente.. il Proemio di Parmenide...
  • Giuseppe ABBAMONTE il 25/09/2009 22:08
    Nicola: un commento da purosangue, di gran razza. Da te non mi aspettavo nulla di meno. Hai colto esattamente "l'invariabile".
    E, forse, anche... l'imponderabile che s nasconde nel Karma medio alto.
    Grazie, davvero, anche a te, amico mio, per gli apprezzamenti.
    Giuseppe
  • Nicola Saracino il 25/09/2009 15:35
    Ogni numero arriva e parte, ritorna... Antonella potrebbe tornare bambina capricciosa e tu uomo senza privilegi. Eppure questo non cambia l'invariabile, il grande e quasi reverenziale affetto verso la sorella maggiore. Il purosangue che sguazza nelle difficoltà è immagine fresca ed originale, così come quella del ronzino-poverino che dignitosamente annaspa. Antonella è stata consegnata alla letteratura! Nicola
  • Giuseppe ABBAMONTE il 25/09/2009 13:38
    Grazie davvero a tutti per i bei commenti.
    Per Nicoletta: speriamo che lo sia davvero e che le piaccia la composizione...
    Buon week end a tutti voi
    Giuseppe
  • nicoletta spina il 24/09/2009 23:03
    Bellissima dedica... Antonella può esser contenta di avere un fratello come te.
    Bravissimo tu e anche lei.
    Un abbraccio
  • loretta margherita citarei il 24/09/2009 20:40
    bella dedica, benvenuto negli anta
  • Anonimo il 24/09/2009 20:38
    Una dedica, direi di più, una delle più belle espressioni di amore nei confronti del prossimo. Ciao!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0