PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fratello … Scossa!

Scuote le radici sottoterra,
Le vibrazioni traballanti,
in quest’anno del Signore,
l’albero, scosso anche
da pioggia e vento,
continua a costruire aria
per la vita da donare.
Piange l’uomo, sulle macerie!
I morti, volati tra le braccia
dell’amore, nell’eterna vita.
Sulle ricchezze misere perdute …
Erano della terra e vi son tornate!

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 25/04/2010 17:08
    Poesia molto sentita e piena di triste verità.
    A prestissimo!...
  • Ugo Mastrogiovanni il 09/10/2009 11:02
    Sincera semplicità in brevi e concisi versi che inneggiano al <Memento homo quia pulvis es et in polverem reverteris>.
  • Ugo Mastrogiovanni il 09/10/2009 11:02
    Sincera semplicità in brevi e concisi versi che inneggiano al <Memento homo quia pulvis es et in polverem reverteris>.
  • Anonimo il 26/09/2009 23:20
    originale piaciuta
  • loretta margherita citarei il 26/09/2009 22:25
    meravigliosa tanà, un bacio un abbraccio
  • sabrina balbinetti il 26/09/2009 21:50
    molto sentita
    grazie per avercela donata
  • Anonimo il 26/09/2009 18:57
    Purtroppo si, erano della terra e vi sono tornate!!
    Un bacio
    Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0