accedi   |   crea nuovo account

Che tu e lapo e lo zio

nel mio cielo scuro passa una stella
e lascia una lunga traccia blu notte
c'è una mano delicata che attraversa i fiori passando
e non si interroga
d'improvviso tutto mi soffoca
attraversare in auto una strada
mi fa sussultare
avvicinare un amico
mi getta in mano mille domande
ma nessuna necessaria
come potremo resistere a guardarci
e lasciare che il nostro sorriso
esploda in una carezza
senza sentirci inadeguati.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 28/09/2009 06:48
    Bellissima Giuliano... inadeguati..
  • Cinzia Gargiulo il 27/09/2009 23:50
    Sei forte Giuliano!
    Un abbraccio...
  • Don Pompeo Mongiello il 27/09/2009 19:57
    Pur non capendo la tua provenienza, la tua poesia incanta. Bravo!
  • Minalouche TS Elliot il 27/09/2009 19:13
    Disarmante nella sua verità, come ogni tua poesia Giuliano Complimenti
  • Sarah K. il 27/09/2009 14:11
    bella!!!
  • laura cuppone il 27/09/2009 10:50
    "Guido"... io vorrei...
    il senso di inadeguatezza
    l'avvicinamento che dona attimi
    d'incantamento
    ma nessuno ne conosce il senso
    anche se ne sente
    il sapore...

    grande giuliano!
    Laura
  • loretta margherita citarei il 27/09/2009 10:30
    bella giuliano, strano il titolo, misterioso direi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0