PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Autunno, sotto un mondo che và

Autunno,
che scivola accanto a noi,
scende cauto dall'albero delle stanche stagioni,
senza badarci.
Autunno,
come foglia gialla,
che io scorgo mentre stringo la tua mano,
mi saluta piccolo e leggero,
nel suo volo invisibile.
Sono autunno,
io,
mentre colgo il tuo calore.
Sono autunno,
mentre mi rivelo a te,
completamente.
Sono autunno,
nella ricerca del sentimento,
che il mio cuore ha fatto proprio,
rendendolo parte sostanziale di me.
Sono autunno,
finalmente,
lambita dalle tue mani,
prigioniera delle tue braccia,
per l'eternità.
Camminiamo oltre la foglia
ormai distesa,
mi sorridi ancora,
mentre mi sento autunno,
come un grande manto,
rosso,
giallo,
chiaro,
scuro,
per regalarti il fervore nostro,
il calore che ci rende unici,
trasparenti,
sotto lo sguardo di un mondo che và.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Len Hart il 28/09/2009 12:15
    great!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 28/09/2009 06:23
    Bellissima Stella... quel calore che ci rende unici.. trasparenti... di cristallo...

    per regalarti il nostro Fervore...
  • Anonimo il 28/09/2009 00:20
    bellissima
  • antonio castaldo il 27/09/2009 22:24
    bellissima!
  • aleks nightmare il 27/09/2009 17:01
    davvero stupenda!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0