PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La muta azione di un Po’età in un Cristo in stallo

Felice di essere di verso
disse il poeta

gioiosa mente

parlando nel suo Se

A p ostro fan do si
improvvisamente
in un vento rosso
d’Amore
mutò

scrivendo nel fluido cor so amoroso dei suoi alati oggi
cambiò

barattò l’esile stelo della sua sanguigna voce
quel suo picco lo io cadente
con il silenzioso cuore di fulgide stelle

senza età

in quel infinito d’anima fra fibre luminose filanti da sempre nascoste nella solitudine del nostro Sole di divino cristallo

corposa mente sogna Te

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 29/09/2009 00:41
    sei una forza della natura... splendidi giochi di parole... contenuto sempre aulico...
  • Anonimo il 28/09/2009 23:55
    Sei un mitooo Sei un mitoooooooo per me! ahahahha sei nà favola! Baciiii Lylly
  • Nicola Saracino il 28/09/2009 23:41
    Mi piace il commento di Giusi
  • giusi boccuni il 28/09/2009 20:15
    tu mi fai girare la testa con le tue poesie... come quando si va nella stanza dei mille specchi e si vede la propria immagine spezzettata, moltiplicata, multicoloro, sorprendente...
  • Anna G. Mormina il 28/09/2009 16:04
    ... essere felici di poetare, cantare tutto l'Amore che ha saputo donarci Gesù Cristo... abbandonarsi a Lui, facendosi trasportare da Infinita Dolcezza!
    Vincenzo è una meraviglia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0