PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nuovo viaggio

La felicità è un attimo
il tempo di apprezzarla ed è tutto di nuovo irrimedibilmente normale.
Vorrei fare un viaggio, non una meta qualsiasi, un posto caldo e tranquillo, poco commerciale.
Il tempo di lasciare qualche disposizione scritta per chi "rimane".
Due righe per Marco per la suddivisione delle cose.
Una lettera per Ludo.
Poi tutto è pronto.
Il mio letto, 50 compresse di tavor e le mie lenzuola colorate fin sulla testa.
Chiudo gli occhi e mentre penso alla soddisfazione di non dover disfare la valigia al ritorno inizio il mio viaggio..
Vedo Ludo salutarmi con la sua mano
Sarà l'unico in grado di capire che tra qualche istante la mia felicità sarà eterna.

 

1
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/09/2013 05:53
    apprezzata, complimenti.

9 commenti:

  • Anonimo il 07/03/2010 22:08
    Sono con Giuseppe. Il tavor gettalo nell'immondizia e pensa al futuro come ad una strada da percorrere per il resto della tua lunga vita. Passo dopo passo le cose cambieranno in meglio, ed allora ritornerai con la mente a quando pensavi di non potercela fare. La vita va vissuta: sempre e comunque! Dimenticavo: bella poesia. Ma ancora più belle saranno quelle che scriverai. Ciao Paola.
  • paola lorusso il 09/10/2009 22:57
    Te lo chiedo io a te... vero???? Si dai...
  • augusto villa il 09/10/2009 21:33
    Quanto ti capisco!... Ma siamo tosti... e non molleremo mai... Vero?
  • Alessandro GE70 il 03/10/2009 23:24
    tragica e bella molto intensa
  • Anonimo il 29/09/2009 21:00
  • silvia ragazzoni il 29/09/2009 20:28
    concordo con giuseppe.. la vita è una luce troppo bella e preziosa per poterla spegnere, purtroppo la vita non è fatta solo di sorrisi e di aleegria, ma anche di lacrime e dolore, sono le sfide della vita, senza di esse non esisterebbe il coraggio.. su forza.. la vita è tua, difendila! baci
  • Anonimo il 29/09/2009 19:26
    Ha già dettto tutto Giuseppe, credi alle sue parole, so che in questo momento ti sembra retorica... pensi che gli altri non ti capiscono... ma proprio perchè da noi già vissute, ti vengono donate in un testamento... le erediti... falle tue e vedrai che piano, piano ti rendi conto che è realtà!!
    Un abbraccio
    Dani
  • Donato Delfin8 il 29/09/2009 19:25
    La felicità sono attimi... eterni. Che si ripetono sempre ad ogni momento.
    Uno sfogo, un grido in chiunque sente la necessità di trovare finalmente pace e serenità.
    Ascoltavo poco fa Modugno "Meraviglioso".
    Mi piace leggere in questa poesia una voglia di rinascita in questo viaggio che tutti facciamo e che non sappiamo quando e dove sarà la nostra stazione... ma certamente senza scendere in corsa.
    Fa nulla se ogni tanto c'è qualche valigia persa o da disfare e rifare. Ma c'è sempre modo di riempirle.. nel bene e nel male. Apri bene gli occhi e goditi il panorama e questo viaggio. Ora.
    A presto
  • Giuseppe Bellanca il 29/09/2009 17:26
    Commentarti o non commentarti...
    La vita è un dono troppo bello per poterlo concludere con 50 pastiglie di tavor, no, non è questo il modo per superare i brutti momenti, seppure traggici, che affliggono la tua mente in questi istanti di scoramento.
    Vorrei poterti aiutare, ma il vero aiuto lo puoi ottenere solo da te, devi reagire, pensa alla vita come un viaggio lunghissimo, ogni fermata (dolore, delusione o altro) c'è sempre dopo il verde che ti fa ripartire, ecco aspetta il verde(speranza) il viaggio continua usa il coraggio che nascondi dentro di te... ciao Paola...
    Un abbraccio Giuseppe.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0