accedi   |   crea nuovo account

Ninna nanna

Ninna nanna,
una donna cantava,
stringendomi tra le sue braccia,
e baciandomi le guance.
Oltre un tempo perduto,
tra le barche dormienti
dopo la tempesta,
la nenia struggente che la voce melodiosa
diffondeva verso il mare.
Ninna nanna bambino mio!
sogna il vento leggero,
e Cola Pesce che ritorna dal mare,
il profumo di ibisco e oleandri,
il cielo al tramonto,
tutto l'oro del mondo.
Ninna nanna piccolo Ruben, sogna!
le note di chitarra,
il canto del pescatore,
le meduse azzurre alla deriva.
Ninna nanna mia madre cantava!
Offrendomi il seno di mare
e il sale per le mie ferite future,
ninna nanna piccolo Ruben non aver paura!
Oltre la vita ti difenderò,
dai geni malefici della notte,
dalle sofferenze e dagli inganni!

 

3
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/11/2013 11:32
    sogna mentre un dolce canto ti accompagna

5 commenti:

  • Francesco Capozzi il 25/03/2010 19:04
    Spicca di inventiva e semplicità assieme. Mi piace.
  • Ruben Reversi il 01/10/2009 08:34
    grazie marcello... grazie bruno. Ruben
  • Anonimo il 01/10/2009 00:57
    molto bella... immagine madre bambino... immagine di eternità
  • Anonimo il 30/09/2009 21:27
    Bella.
  • loretta margherita citarei il 30/09/2009 20:58
    sempre il mare, bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0