accedi   |   crea nuovo account

Pervade e carezza e colma..

Eppure...

Qualsiasi destino
abbia costruito se stesso
nel ventre e sulla pelle
d’un essere vivente
la perdita momentanea del suo fiato
alle nostre orecchie
rende la notte paladina di se stessa
e l’attesa del giorno
una crociata
per lo spirito.

Lampo!

Non lasciate che vi sfugga

Esso si manifesta
tra le fessure
di sorrisi bianchi e piccoli

Esso si cela
tra i rami e non brucia

Esso schianta
e pervade
e carezza
e colma

Non lasciate che vi penetri
se non potete sopportarne
il repentino abbandono

Non dategli la pace della rassegnazione

Non fissatene le ombre

Non dategli una forma
né un nome
né uno spazio
né un attimo
ma prostratevi a lui
seduti su un trono

Ché solo un vero Re piega il suo capo
al cospetto dell’anima
bambina

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Dolce Sorriso il 01/10/2009 09:55
    che brividi Laura,
    spiegami perchè!
    Bellissima...
    smack
  • giusi boccuni il 30/09/2009 21:46
    bellissimo invito ad osare di vivere sino in fondo
  • Nicola Saracino il 30/09/2009 21:10
    Da un grido confuso al mostrarsi della verità, la poesia si compone da sola, senza 'pace di rassegnazione'.
  • loretta margherita citarei il 30/09/2009 20:53
    anima bambina, pura bellissima sei fenomenale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0